Disordini di Napoli: comprensibile rabbia dei cittadini, Tensione supera livelli di guardia.

Condividi

 

MANIFESTAZIONE CONTRO ZTL NAPOLINapoli 10 Aprile – Momenti di tensione ci sono stati stamani in piazza Municipio, a Napoli, alla manifestazione dei commercianti contro la Ztl.

Infiltrati hanno lanciato bombe carta contro le forze dell’ordine schierate a protezione del portone del Municipio, che hanno risposto con ”un’azione di repingimento” e il lancio di alcuni lacrimogeni.

Due manifestanti, uno scivolato mentre si allontanava, un altro per un lieve malore, sono stati soccorsi dall’ambulanza del 118.

I disordini di Napoli ci  fanno assumere la consapevolezza della comprensibile rabbia dei cittadini, contro le scelte disastrose dei politicani del nostro Paese. La tensione tra delle forze dell’ordine e questa classe politica ha superato il livello di guardia, ma le forze dell’ordine non si sentono di condannare quel popolo che li insulta perché li identifica come l’interfaccia di uno Stato cinico e predatore, quello stesso Stato che da sempre e in modo meschino manifesta la sua “riconoscenza” per l’opera svolta dalle Forze armate e forze di Polizia con continui tagli e penalizzazioni”.

I fatti d oggi a Napoli ci riportano ad una nota  del Cocer (CoCeR: COnsiglio CEntrale di Rappresentanza), organo centrale, a carattere nazionale ed interforze, articolato in sezioni di Forza Armata o di Corpo Armato rappresenta unitariamente il personale dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica, del 9 aprile scorso: “La cronaca ancora una volta è costretta a riproporre nuovi casi di suicidi di cittadini italiani, innocenti vittime delle scelte disastrose di una classe politica sempre meno intenzionata a risolvere i gravi problemi che attanagliano il paese, arrivando addirittura a non costituire un governo a distanza di oltre 40 giorni dalle elezioni”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -