Corea del Sud accusa il Nord per attacchi informatici

hacker10 apr. – Non solo minacce militari, ma anche attacchi informatici: la Corea del Sud ha accusato Pyongyang di essere all’origine del ‘cyber attack’ che, il 20 marzo, paralizzo le tre principali banche del Paese ed altrettanti emittenti sudcoreane.

L’inchiesta sulle tracce e i codici lasciati nel corso dell’attacco ha fatto risalite all’intelligence nordcoreana, ha detto una fonte del Kisa, l’Agenzia coreana per l’Internet e la Sicurezza. “E’ stato un attacco premeditato, ben pianificato”, ha spiegato un portavoce, “abbiamo raccolto moltissime prove” che dimostrano la Corea del Nord avesse preparato l’attacco “da almeno 8 mesi”. Il team di esperti sudcoreani, tanto civili che del governo, e’ risalito a sei personal computer utilizzati in Corea del Nord . agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -