Pm: Cucchi fu picchiato, isolato in ospedale e abbandonato

Condividi

 

cucchi8 apr – Tre sono i punti focali che secondo la pubblica accusa emergono dal processo per la morte di Stefano Cucchi: il giovane fu picchiato nelle celle di Piazzale Clodio (dove era in attesa dell’udienza di convalida del suo arresto) da parte di agenti della Penitenziaria; fu ricoverato al ‘Pertini’ pur non sussistendone le condizioni perché si voleva isolarlo dal mondo, dai suoi familiari, dal suo difensore; morì per la gravissima incuria e omissioni di medici e infermieri, dopo un vero e proprio abbandono. Lo ha detto il pm Vincenzo Barba nella requisitoria del processo.

Per il rappresentante dell’accusa il decesso del giovane “non poteva essere considerato naturale. Cucchi e la sua malattia sono stati trattati come mera pratica burocratica”. Per il pm Barba “nessun elemento nuovo è emerso; né sui carabinieri per i quali si ventilava avessero provocato lesioni a Cucchi prima del suo ingresso a Palazzo di giustizia; nessun elemento singolo ha potuto far emergere responsabilità diverse da quelle individuate. Nessuna delle lesioni riscontrate tecnicamente si può dire possano essere state arrecate al momento della fase dell’arresto”. ansa

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -