Ocse: nel 2012 l’Italia ha regalato SOLO 2,6 miliardi a Paesi poveri

Condividi

 

euro-butt3 apr. – In tempi di austerity la cooperazione e gli aiuti ai paesi poveri soffrono. Lo certifica l’ultimo rapporto dell’Ocse secondo cui lo scorso anno la quota totale degli aiuti dei paesi Dac (Development Assistance Committee) e’ scesa a 125,7 miliardi di dollari, pari allo 0,29% del Rnl (Reddito nazionale lordo) con un 4% di decremento rispetto al 2011.

L’Italia continua a essere fanalino di coda degli aiuti internazionali, insieme alla Grecia, e ha registrato nel 2012 un taglio del 34,7% dei fondi, il piu’ consistente dopo quello della Spagna, -49,7%.
Gli aiuti diretti allo sviluppo del Belpaese nel 2012 sono stati pari a 2,639 miliardi di euro contro i 4,326 dell’anno precedente pari a una quota dello 0,2 del Rnl. Tr ai donatori piu’ generosi continuano a esserci gli usa, la Gran Bretagna, la Germania, la Francia e il Giappone. Mentre a superare il tetto dettato dall’Onu dello 0,7% di aiuti sono solo alcuni paesi del nord Europa come Lussemburgo, Danimarca, Olanda, Norvegia e Svezia. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -