Monti e il suo governo tecnico fanno l’ultimo regalo a banche e assicurazioni

Condividi

 

monti_mario

3 apr – Prima di abbandonare Palazzo Chigi, Monti e il suo governo tecnico fanno l’ultimo regalo a banche e assicurazioni. Infatti giovedì 28 marzo è stato preparato, pronto per essere approvato, il decreto taglia risarcimenti per le vittime di incidenti stradali e della Malasanità con una tabella medico-legale e una di valutazione monetaria per le lesioni da 10 a 100 che riduce gli importi risarcitori di circa il 60%.

Questa tabella non è quella approvata dai vari organismi scientifici nel corso degli anni perché ha subito un coefficiente di abbattimento assolutamente non previsto. E ciò accade proprio mentre il Tribunale di Milano ha appena pubblicato quella nuova con gli incrementi per la svalutazione.

Tutti i cittadini e le vittime della strada fanno appello al Presidente Napolitano perché da ultimo baluardo degli Italiani non firmi questo decreto che mortificherebbe ancora di più tutti coloro che hanno già tanto sofferto.

“Questo è un altro regalo dell’ex presidente Monti ai poteri forti” – lancia l’allarme l’avv. Angelo Pisani, presidente di NOI Consumatori Anti-Equitalia. E continua: “Il governo Monti ha più volte tradito gli Italiani, ora vuole svendere la salute umana e i diritti delle persone che hanno subito grandi sofferenze. L’associazione NOI Consumatori si batte per difendere i danneggiati e le vittime della strada e della Malasanità, ma è fondamentale una mobilitazione generale di tutte le associazioni a tutela dei cittadini.”

Fonte www.noiconsumatori.org/

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Monti e il suo governo tecnico fanno l’ultimo regalo a banche e assicurazioni”

  1. Bernardino Manfrin

    Ma il sig.Monti, non doveva solo curare l’ordinaria amministrazione? Quando la smetterà di fare gli interesi dei suoi amici? Quando sentirà il dovere di chiedere scusa per la sua arroganza.Si vergogni

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -