Confiscato il tesoro del ‘re dell’eolico’: 1,3 mld sottratti alla mafia

rinnov3 apr. – Batosta alle finanze della mafia: beni per un miliardo e trecento milioni di euro sono stati confiscati dalla Direzione investigativa antimafia al ‘re del vento’ Vito Nicastri, ritenuto contiguo a Cosa Nostra. I beni, che erano stati precentemente sequestrati, passano ora definitivamente allo Stato. Secondo la Dia, si tratta della confisca di importo piu’ elevato in assoluto mai eseguita in Italia nei confronti di un unica persona cui e’ stata imposta la sorveglianza speciale per tre anni, con obbligo di soggiorno ad Alcamo.

Il patrimonio che gli e’ stato confiscato comprende 40 societa’, immobili e disponibilita’ finanziarie. Secondo gli inquirenti, Nicastri, 57 anni, era vicino a diversi personaggi mafiosi. La confisca e’ stata disposta dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Trapani presieduta da Piero Grillo, su proposta del direttore della Dia al termine di indagini economico-patrimoniali sull’imprenditore alcamese, del quale e’ stato ricostruire il patrimonio accumulato negli ultimi trent’anni, che presenta una sperequazione tra i beni posseduti ed i redditi dichiarati.
  Nicastri, specializzato nello sviluppo di impianti di produzione elettrica da fonti rinnovabili, realizzava e vendeva “chiavi in mano” parchi eolici e fotovoltaici, con ricavi milionari.

La Dia ha effettuato una ricognizione dei procedimenti penali e di vari episodi che hanno riguardato Nicastri, e dal lavoro investigativo e’ emerso un quadro di relazioni con esponenti mafiosi, elementi legati a Cosa Nostra, e personaggi a loro volta entrati in contatto con pregiudicati, anche della criminalita’ organizzata. L’imprenditore e’ accusato di aver operato in una “contiguita’ consapevole” con gli interessi della mafia e di aver agevolato l’organizzazione criminale. Delle vicende imprenditoriali di Nicastri, secondo la Dia, veniva riferito ai boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo, come risulta dai ‘pizzini’ sequestrati in occasione del loro arresto. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -