Agente di polizia in difficoltà economiche si toglie la vita

pol4TRIGGIANO (BARI), 3 APR – Un agente di polizia di 43 anni, in servizio presso il commissariato ‘San Nicola’, a Bari, e’ in gravissime condizioni dopo essersi sparato alla testa con un colpo di arma da fuoco davanti alla caserma dei Carabinieri di Triggiano (Bari).

E’ ora ricoverato nell’ospedale di Triggiano in condizioni disperate. Avrebbe compiuto il suo gesto per pesanti questioni economiche. Il poliziotto si e’ sparato nella sua auto, una Seat Altea che ha posizionato davanti al cancello della caserma.

La cartella di Equitalia – In un bigliettino lasciato in casa ha spiegato i motivi del gesto, che sarebbe legato a problemi economici. Secondo quanto si è appreso, il poliziotto avrebbe deciso di togliersi la vita dopo l’arrivo a casa di una cartella di Equitalia, che lo avrebbe esasperato fino al punto di uccidersi.

Questo è quanto è emerso dagli accertamenti investigativi in corso da parte di polizia e carabinieri. Secondo quanto si è appreso, Rutigliano era assillato dai debiti: l’arrivo di nuove richieste di denaro da parte di Equitalia lo avrebbe spinto al gesto estremo.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -