Maro’, opposizione indiana: l’Italia ha dovuto soccombere al potere

azaz27 mar – L’Italia ha sfruttato il rientro dei maro’ a ”fini elettorali”, poi ”li ha rispediti in India” poiche’ dipende ”dalle nostre importazioni e quindi ha dovuto soccombere al potere”. Cosi’, sul caso dei due fucilieri di Marina, Kirti Azad, esponente del Popolo Indiano (Bharatiya Janata Party-BJP), ex partito di governo fino al 2004 e oggi principale forza di opposizione al Partito del Congresso Indiano di Sonia Gandhi.

Secondo quanto scrive l’agenzia Ani, intanto, il proprietario del peschereccio St. Anthony, Freddie Louis, avrebbe chiesto a Nuova Delhi di costituire in Kerala il tribunale speciale che avra’ il compito di giudicare Latorre e Girone, a causa delle risorse inadeguate di cui dispongono i testimoni del processo (gli altri membri dell’equipaggio presenti sull’imbarcazione il giorno dell’incidente) per recarsi nella capitale indiana.

”Sara’ molto difficile per noi – ha detto – andare a Delhi. Siamo otto persone e avremo molti problemi come ad esempio la lingua, il viaggio e il cibo, spese che non riusciremmo a sostenere poiche’ non abbiamo risorse monetarie sufficienti”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -