India, sbugiardato il governo italiano: nessuna garanzia sulla pena di morte

maro4

23 mar. – Il governo indiano non ha fornito “nessuna garanzia” al governo italiano in merito alla sentenza che verrà pronunciata dal tribunale speciale ordinato dalla Corte suprema di Delhi nella vicenda dei due marò italiani Salvatore Latorre e Massimiliano Girone. Lo ha detto il ministro della Giustizia indiano, Ashwani Kumar, in un’intervista all’emittente Tv Ibn.

Marò, De Mistura: non saranno condannati a morte

La madre di tutte le buffonate dimostra quale rispetto nutra il governo tecnico per gli italiani

Al giornalista che gli domandava come mai il ministro degli Esteri Salman Khurshid avesse rassicurato l’Italia sul fatto che i due marò non rischiano la pena di morte, Kumar ha risposto: “Come può il potere esecutivo dare garanzie sulla sentenza di un tribunale?”. Khurshid, ha aggiunto il ministro della Giustizia, “è anche un avvocato e sul perché abbia detto quelle cose, sta a lui rispondere”.

Intanto, il governo indiano ha approvato la costituzione del tribunale speciale che dovrà giudicare i due marò italiani. Lo riferisce l’emittente indiana Ibn. (Adnkronos)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -