Libia: bloccati da manifestanti alcuni siti petroliferi

Condividi

 

libia17 MAR – Alcuni siti petroliferi nel sud e nell’est della Libia sono stati bloccati da manifestanti che chiedono aumenti salariali. Lo ha annunciato oggi il ministro del Petrolio, Abdelbari al-Aroussi, minacciando il ricorso alla forza per ripristinare l’ordine.

Risultano bloccati il porto di Ras Mungar e i terminali strategici di Brega e Ras Lanuf (in Cirenaica), e il campo petrolifero di Jalu (nel sud). Le proteste potrebbero costare al Paese 120.000 barili di petrolio al giorno. (ANSA).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -