Libia: bloccati da manifestanti alcuni siti petroliferi

libia17 MAR – Alcuni siti petroliferi nel sud e nell’est della Libia sono stati bloccati da manifestanti che chiedono aumenti salariali. Lo ha annunciato oggi il ministro del Petrolio, Abdelbari al-Aroussi, minacciando il ricorso alla forza per ripristinare l’ordine.

Risultano bloccati il porto di Ras Mungar e i terminali strategici di Brega e Ras Lanuf (in Cirenaica), e il campo petrolifero di Jalu (nel sud). Le proteste potrebbero costare al Paese 120.000 barili di petrolio al giorno. (ANSA).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -