17enne rifiuta una sigaretta e un immigrato gli rompe i denti

amb314 mar – «Mi hanno chiesto una sigaretta, ma non ho fatto in tempo a rispondere. Mi è arrivata una testata sul naso che mi ha tramortito». Luca Moriggia, 17 anni di Arizzano, è stato sfigurato a pugni e calci mentre si apprestava a trascorrere il sabato sera con gli amici in uno dei tanti pub del centro storico di Intra. A picchiarlo un gruppo di cinque stranieri, due bulgari e tre marocchini, tutti ragazzi che non hanno ancora la maggiore età.

La loro ultima bravata risale a due sabati fa in via San Vittore dove i giovani dopo le 22 si concentrano in attesa di entrare nei pub. Luca camminava con alcuni  amici e all’improvviso sono volati pugni, calci, testate. Risultato: due denti rotti e altri danneggiati, una ferita sulla fronte, un volto gonfio impressionante. Prognosi: 15 giorni, ma forse non basteranno.

Racconta il ragazzo: «Quando siamo arrivati nei pressi della profumeria Spanò, ho visto che cinque ragazzi venivano verso di noi. Uno  mi ha chiesto una sigaretta e ho risposto che non l’avevo. Lui, però, ha insitito. Stavo tentando di ribadire che non fumo quando mi è arrivata una testata sul naso. Ho cercato di reagire con due pugni, ma lui mi ha colpito due volte e sono finito a terra. Pensavo che tutto fosse finito e invece mentre stavo rialzandomi ho sentito una forte ginocchiata in bocca. In quel momento mi sembrava avesse spaccato tutti i denti».  […] (lastampa)



   

 

 

2 Commenti per “17enne rifiuta una sigaretta e un immigrato gli rompe i denti”

  1. ORGANIZZIAMOCI VIA WEB, E FACCIAMO UN UNICO CORO CONTRO CHI DELINQUE IN ITALIA, E/O FACCIAMO UN REFERENDUM PER RISPEDIRLI NEI LORO PAESI !!!!!!!!!!!!!!!

  2. mi e capitata la stessa cosa pero io mi sono difeso e lo preso a calci in culo e pugni in faccia cosi non ci riprova piu non si puo piu accendere una sigaretta che ti stressano continuamente e se decidi di non dargliela allora diventano aggressivi tutto questo succede perche non abbiamo piu leggi perche non fanno tutto questo nei loro paesi ?
    vi dico io perche nei loro paesi la polizia gli fa un culo cosi, quando non sono qui per lavorare ma per nuocere devono essere mandati a casa stii infami eccetto chi viene qui per un lavoro .

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -