Monti: No a governo Pd-M5S, sì a larghe intese

monti

13 mar  – Nessun sostegno ad un governo tra Pd e MoVimento 5 Stelle, ma la necessità che Pd e Pdl si assumano le proprie responsabilità e trovino un’intesa. Nella riunione degli eletti di Scelta Civica Con Monti per l’Italia, sarebbe questa l’indicazione emersa da parte del premier Mario Monti. Con una diretta conseguenza anche sulle presidenze delle Camere: In Senato non saremo stampella nè del Pd nè del Pdl per far passare, anche solo garantendo il numero legale, un presidente di una sola parte.

Già sulla scelta dei presidenti, raccontano infatti diverse fonti presenti alla riunione, bisogna dimostrare che si vuole scegliere la strada delle ‘larghe intese’ e dunque di un ‘riconoscimento’ reciproco tra Pd e Pdl. E se dovesse succedere, spiega una fonte centrista, “a quel punto noi non chiederemmo neanche poltrone per noi”.
Anche se dubbi sulla praticabilità di questa strada sono presenti tra gli stessi esponenti di Scelta Civica: “Ormai la china sembra portare ad elezioni immediate, prima dell’estate“. Analisi che parte dalla constatazione dei comportamenti di Pd e Pdl: “Da un lato si marcia sui tribunali, dall’altro Migliavacca ipotizza il sì all’arresto di Berlusconi…”.


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -