Monte Paschi: suicidio di David Rossi “forse fu istigato”

Condividi

 

david11 mar. – Aperto dai magistrati che indagano sulla tragica morte di David Rossi, responsabile dell’area comunicazione di Banca Mps un secondo fascicolo, dopo quello aperto mercoledi’ sera subito dopo il suicidio, nel quale si fa l’ipotesi di reato di istigazione al suicidio per il quale non ci sono indagati.

Si tratta, secondo fonti vicine all’inchiesta, di un atto dovuto per consentire di espletare gli accertamenti legati al suicidio di Rossi e capire se ci sono collegamenti eventuali riguardanti l’inchiesta della banca.

Il titolare dell’inchiesta Nicola Marini dovrebbe avere elementi di giudizio sia dal materiale informatico e dai telefonini di Rossi passati alla polizia postale per essere controllati, sia dai risultati dell’autopsia svolta dal professor Mario Gabbrielli che ha tempo 60 giorni per consegnare i risultati, che non e’ escluso arrivino al magistrato anche prima. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -