W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Vogliono annichilire e distruggere il Magistrato Paolo Ferraro.

PAOLO FERRARO 64995_10151110620336198_165382904_nROMA, 9 Marzo: Come ho accennato ieri, con un post su ImolaOggi c’è una vicenda, innanzitutto umana, che sta scuotendo la coscienza di molti negli ultimi giorni.  La via intrapresa per l’annichilimento e distruzione totale di Paolo Ferraro  sta’ proseguendo a marce e tappe forzate .

Paolo Ferraro è stato espulso dalla Magistratura con provvedimenti del CSM perché accusato di essersi inventato la presenza di massonerie e sette sataniche.
Ora il CSM mediante procedura Legale ha proposto innanzi al Tribunale di Roma la richiesta che Ferraro venga posto sotto ad Amministrazione di Sostegno e cure farmacologiche. In sostanza una richiesta di revoca di capacità giuridica di agire. Se dovesse essere così, non potrà più comperare neanche il pane, o firmare un qualsiasi documento.
 ”I fratelli, figli, e coniuge separata – dice Paolo Ferraro- già coinvolti in denunce e ritenuti corresponsabili dal dott. Ferraro, questa volta non compaiono come attori diretti , ma la sostanza di un accerchiamento da più lati per bloccare la attività di denuncia e politica del dott. Paolo Ferraro rimane in tutta la sua inquietante valenza “.

Io credo che questo caso debba farci riflettere tutti e soprattutto credo sia importante che di questo caso sia portato a conoscenza di tutti attraverso media e stampa.
Anche perchè questo non è più un fatto personale, ma un provvedimento che coinvolge tutti gli italiani. La verità deve uscire, qualsiasi essa sia.

“Per il 14 marzo 2013 – scrive Paolo Ferraro – sono stato convocato in udienza dinanzi al giudice tutelare di Roma ( presidente della sezione Tribunale ) per la “nomina di ” amministratore di sostegno ” non alla mia anziana madre o alla signora terminale in ospedale… ma a me…
Chi sà capisce quanto grave sia questa iniziativa e comunque spiego per gli altri che significa togliere a un soggetto autonomia capacità di agire ed in crescendo intrappolarlo rapidamente .. nella direzione finale che è stata evidentemente tracciata dall’odio di chi credeva di poter mettere tutto a tacere .
Farlo a Paolo Ferraro significa esattamente quello che intuite e non servono parole .
Le iniziative relative spettano a voi ma non sono “per me” , sono per la strenua difesa della democrazia e della legalità”.

Vi premetto che ritengo la vicenda del Dott. Ferraro, già Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma, attinga e nuoccia i diritti umani – al di là delle valutazioni di verità o meno di quanto lo stesso ritiene stia accadendo (soprattutto a  danno della sua persona ma anche della democrazia e della libertà di noi tutti) –.

Il Dott. Paolo Ferraro svolgeva la funzione di sostituto PM presso la Procura di Roma ed era definito anche dai Colleghi: Magistrato preparato, attento, scrupoloso e molto affidabile che ha sempre portato a termine in modo ottimale i suoi compiti.

Il Dott. Ferraro, alla fine del 2008 formalizzava una denuncia in Procura assumendo che nella sua abitazione, nel quartiere romano della Cecchignola, nei tempi in cui lui non era in casa, avvenivano rituali satanici, pratiche sessuali in condizioni di ipnosi e comunque sotto l’effetto di sostanze alteranti, che vedevano coinvolti adulti, bambini e quale vittima posta in stato di incoscienza l’allora sua compagna. “Si tratta - precisa Ferraro- di modalità e tecniche di manipolazione e condizionamento mentale di varia radice ma anche di ascendenza militare meglio note come operativamente ricollegate al progetto CIA Monarch ed MK.ULTRA e il dott. Paolo Ferraro ne ha fatto denuncia pubblica riportata anche in trasmissioni televisive nazionali http://vimeo.com/59153682 “.

La denuncia del Magistrato veniva suffragata da registrazioni audio ambientali (Evidentemente non era nella possibilità di installare la tecnologia necessaria per fare le riprese visive)

Il sospetto di quanto potesse accadere a danno della sua donna e dei minori conduceva il Dott. Ferraro ad intraprendere una lunga e tortuosa attività di studio e approfondimento personali che, a suo dire, lo portavano a scoprire trame occulte e deviate tra i poteri istituzionali dello Stato, gli alti gradi militari (che trovavano nel quartiere della Cecchignola abitazione), psicologi, psichiatri e altri professionisti compiacenti, massoneria e sette sataniche.

Il Dott. Ferraro sostiene di essersi addentrato in questo quadro con grande ingenuità e inconsapevolezza, comprendendone i tasselli, legami e ruoli solo molto tempo dopo.

Perciò le sue “denunce”, inizialmente passavano per i canali “ufficiali e istituzionali”. Ciò l’avrebbe portato a “scoprirsi” e a divenire obiettivo da neutralizzare per dette istituzioni e poteri deviati.

Così si spiegherebbero, dal suo punto di vista, un TSO convertito in ricovero volontario nel maggio/giugno 2009, con forzata assunzione di neurolettici; due procedure di dispensa dalle sue funzioni, avviate presso il CSM nel 2009 e 2010 su segnalazione delle Procure di Roma e Perugia e concluse con l’archiviazione; un’aspettativa per infermità di più di un anno (agosto 2011- dicembre 2012), seguita dalla delibera di dispensa dalle sue funzioni assunta per motivi di salute dal CSM lo scorso 06.12.2012 (che egli preannuncia di voler impugnare al TAR).

Nel frattempo, gli viene notificato lo scorso 07.02.13 il Ricorso del Procuratore Capo di Roma per la nomina di un amministratore di sostegno che dovrà acconsentire in sua vece alla somministrazione a lui di psicofarmaci.

Orbene, Paolo Ferraro ha riversato nel web tutta la sua storia e gli atti che – a suo dire – dimostrano il dramma umano di cui è vittima: http://paoloferrarocddgrandediscovery.blogspot.it/ o http://paoloferrarocddgrandediscoverydue.blogspot.it/

Egli sostiene che esistano, anche perchè direttamente riscontrato ed oggettivo BEN SEI CERTIFICAZIONI DI CUI UNA ADDIRITTURA DI PROVENIENZA PUBBLICA E QUATTRO RELAZIONI PRODOTTE IN RETE DIMOSTRANO CHE IL DOTT: PAOLO FERRARO OLTRE AD ESSERE PERSONA PERFETTAMENTE SANA ED EQUILIBRATA E’ UOMO E MAGISTRATO CON DOTI PERSONALI PECULIARI

Io ritengo che vada salvaguardato, al di là della fondatezza o meno della sue tesi, il suo diritto individuale di libertà a decidere del suo stato di salute ed, eventualmente, la sua libertà di curarsi o meno; la nomina di un amministratore di sostegno, in assenza di condizioni di pericolosità alcuna, che sostanzialmente gli imponga gravi e pesanti terapie a base di potentissimi psicofarmaci, è una violenza per lui e violazione dei diritti umani per tutti e non ultimo, un aggiramento delle libertà fondamentali dell’individuo che non può venire tollerato.

Non di meno il gravissimo fatto che lo sta coinvolgendo lede la fondamentale libertà di espressione e manifestazione del pensiero.

Paolo Ferraro sta chiedendo l’aiuto di molti, di tutti, nella sua battaglia per la libertà.

Ho ritenuto opportuno portare il caso su ImolaOggi proprio perché sia portato a conoscenza di tutti, sia per la specifica sensibilità di moltissimi lettori sulle tematiche della libertà individuale, sia per valutare se coinvolgere gli stessi lettori a sostegno di questa inaudita violenza e violazione dei diritti umani

Segnalo peraltro che nel contesto della procedura di nomina dell’amministratore di sostegno che avrà udienza il prossimo 14.03, Paolo Ferraro ha chiesto di venire assistito dall’Avv. Salvatore Frattallone.

Per quella data è prevista una conferenza stampa di sostegno alle 10.00 davanti al Tribunale civile di Roma ufficio giudice tutelare via Lepanto.

Io ci sarò. Voi fate come Vi pare….

Armando Manocchia

 

 

 

2 Commenti per “Vogliono annichilire e distruggere il Magistrato Paolo Ferraro.”

  1. La cosa è di una tale gravità che dovrebbe preoccupare tutti e tutti dovremmo rispondere in massa al suo grido di aiuto. Cosa si può fare?

  2. armando manocchia

    …si può condividere questo messaggio con più persone possibile, sui social network o tramite i contatti e-mail, affinché sappiano. Inoltre, si può partecipare alla”manifestazione-conferenza stampa” indetta per la mattina dell’udienza davanti al Tribunale a Roma.

Commenti chiusi

Le nostre pubblicazioni non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2014 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -