A tutti i profughi concesso il permesso di soggiorno umanitario di un anno, rinnovabile

profughi8 marzo -Una volta terminata l’Emergenza Nord Africa, dove andranno i profughi espulsi in questi giorni dai centri di accoglienza? Solo a Torino e Provincia sono mille. L’abbiamo chiesto alla dottoressa Emila Markgjonaj dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Oim)che gestisce il progetto straordinario di ritorno al Paese d’origine previsto dall’ordinanza della presidenza del Consiglio. «Molti resteranno in Italia. A tutti è stato concesso il permesso di soggiorno umanitario di un anno, rinnovabile per un periodo variabile».

Non ne ha diritto soltanto chi ha ricevuto un provvedimento di espulsione o appartenga a una categoria socialmente pericolosa oppure chi sia stato denunciato per un reato che prevede arresto in flagranza. Gli immigrati «si possono spostare in Europa, possono anche fermarsi per qualche mese, ma non hanno il diritto di lavorare all’estero».

Ma quanti hanno chiesto di tornare al Paese d’origine? «In tutto abbiamo ricevuto 259 domande su un totale in Italia di circa 26 mila profughi. Dal Piemonte sono 17 per ora, tutti maschi. Provengono da Libia, Marocco, Niger. Queste persone sono emigrate per cercare un futuro migliore e hanno ottenuto il permesso solo nel mese di dicembre. Perché dovrebbero andarsene?».

elisabetta graziani (lastampa)


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -