La principale vittima di Beppe Grillo è Mario Monti

Simon Jenkins, sul Guardian, 26 febbraio 2013, offre un punto di vista delle elezioni italiane al di sopra delle parti.

monti

7 marzo – E’ stato issato sullapoltrona di Presidente del Consiglio dalle banche un anno fa per imporre sofferenze illimitate sull’economia italiana, per mettere un argine intorno all’euro e così proteggere i prestiti delle banche tedesche e di altri dalla svalutazione. Il cocco delle banche veniva chiamato Super-Mario.

Come la Grecia, e senza alcuna moneta locale per alleviare le pressioni, l’economia italiana doveva essere torturata come con il waterboard. Si è ristretta di almeno il 2,2% l’anno scorso, con la disoccupazione ufficiale a circa il 10%.

Monti ha promesso di mantenere l’economia italiana sulla spirale discendente, senza crescita e sempre meno in grado di ripagare il suo debito crescente. Le generazioni future sarebbero state schiave in eterno delle banche tedesche.

Perfino la risurrezione dello scandaoloso Silvio Berlusconi è una buona notizia: la sua irresponsabilità potrebbe contribuire a spingere l’Italia verso la crisi finanziaria e salvezza finale.

Per quello che pare debba essere un’intero decennio, l’Europa dovrà esseredominata dalla “politica dell’austerità”, che si traducei n un azzardo con l’economiadi un intero continente alla stregua di quello degli anni Venti. I leader (e i loro banchieri) sostengono che l’austerità è una punizione “necessaria”, da applicare ai popoli europei per aver permesso ai loro governi di prendere denaro a prestito al di là dei loro mezzi.

Questa politica non offre alcuna crescita per pagare i debiti, e per l’eurozona nessuna svalutazione per ridurre la loro incidenza. Il messaggio è: dimenticatevi di Keynes e ingoiate la medicina, anche se velenosa. [….]

QUESTO ARTICOLO E’ USCITO IN TRADUZIONE ITALIANA SULLA RIVISTA “INTERNAZIONALE” E PER LA PRIMA VOLTA HO FATTO ATTENZIONE ALLA TRADUZIONE. COSI’ HO SCOPERTO CHE INTERNAZIONALE TRADUCE QUELLO CHE LE PARE. AD ESEMPIO HA SALTATO LA PAROLA “COMMUNIST” NEL TRADURRE LA SEGUENTE FRASE: “wildcat populism always terrifies the existing order. In America it is the Tea Party and Occupy. In Scandinavia, Holland, Austria and France, a communist, poujardist or fascist periodically crashes the system.”

ecco la traduzione di INTERNAZIONALE: “Il populismo ha la caratteristica peculiare di far tremare l’ordine costituito.
Negli Stati Uniti ci sono il Tea Party e Occupy. In Scandinavia, Olanda, Austria e Francia periodicamaente salta fuori un poujadista o un fascista antisistema.”-

Notate qualche omissione? Nella traduzione è saltata la parola “wildcat”, per cui non è il populismo selvaggio che fra tremare l’ordine costituito, non il populismo tout court, la nuova parola che evidentemente nel politicamente corretto va usata per delegittimare. Ma soprattutto, da questo populismo, e dall’essere messo allo stesso livello del fascista, è esonerato il comunista, parola che la traduzione salta a piè pari.

Il Guardian è notoriamente di sinistra. Ma mai di sinistra quanto i giornali di sinistra da noi. alex

Fonte: http://www.guardian.co.uk/commentisfree/2013/feb/26/beppe-grillo-may-shake-european-system



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -