Grave crisi settore zootecnico: macellazioni -7% bovini, – 5% suini

carne5 mar – Prosegue il trend negativo delle macellazioni: nel primo bimestre 2013 le macellazioni bovine hanno registrato un -7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Segno meno anche per le macellazioni suine (-5%) e avicole (-2%), cali riconducibili alla drastica contrazione dei consumi di carne, alla riduzione degli allevamenti e, non ultimo, alla forte pressione competitiva da parte dei Paesi Terzi.

Se ne è parlato nel corso di una riunione del Gruppo di lavoro del settore zootecnico dell’Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, che ha fatto il punto sulla situazione del settore, oggi estremamente vulnerabile a causa di squilibri tra domanda ed offerta, aumento dei costi di produzione e degli oneri burocratici, oltre che dall’inefficace organizzazione economica del prodotto.

La grave crisi che attanaglia da anni il settore, che rischia di essere ulteriormente accresciuta dalla recenti frodi sulla carne equina, ha necessità di decisioni urgenti, concrete e strutturali, che siano in grado di dare risposte adeguate sia in tema di garanzia al consumatore e di valorizzazione delle produzioni nazionali, tracciate e con indicazione dell’origine, sia in materia di supporto economico e di programmazione per garantire concentrazione dell’offerta, competitività, salvaguardia del reddito dei produttori zootecnici, stabilità dei mercati.

È stata inoltre sottolineata la necessità del massimo impegno da parte delle nostre autorità soprattutto nei confronti della Comunità Europea, per una maggiore attenzione alle problematiche del settore, in particolare nell’ambito della riforma della Pac post 2013; al settore deve essere garantito un futuro che salvaguardi le sue peculiarità, garantendone l’equità con altre categorie socioeconomiche. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -