Incentivi per acquisto di auto verdi: Stanziati 40 milioni di euro

euro-butt4 marzo – Il 14 marzo partiranno gli incentivi per l’acquisto di auto ecologiche di ogni categoria, un fondo di 40 milioni di euro destinato a promuovere l’utilizzo di vetture a bassa emissione di anidride carbonica nell’aria. A ricordare la scadenza ‘ecologica’ sono i consumatori di Codici. “Sarà una corsa breve e per pochi”, commentano giudicando la cifra resa disponibile dal governo “sicuramente non sufficiente per tutti i cittadini interessati”.

Dei circa 40 milioni stanziati per il 2013 dal Ministero Economico (45 milioni nel 2014 e 45 nel 2015), ai privati infatti, spetteranno solo 4,5 milioni di euro, che corrispondono, dice ancora Codici, a poco più di 2000 vetture. La parte restante, molto grande, è destinata alle auto aziendali, ai taxi, al car sharing e alle auto a noleggio con conducente. “Lodiamo l’iniziativa di tutela ambientale ma i privati cittadini si lamentano della esiguità del fondo incentivi a loro dedicato”, prosegue Ivano Giacomelli, segretario nazionale del Codici.

Poche le regole per accedre ai benefici per i privati: non è obbligatoria la rottamazione ma è necessario l’acquisto di una vettura immatricolata entro 90 giorni dalla firma di un contratto stipulato dopo il 14 marzo che faccia registrare emissioni di anidride carbonica fino a 95 g/km.

Per quanto riguarda il contributo questo dipenderà dalle emissioni in maniera inversamente proporzionale: minore è il limite di CO2, maggiore sarà il fondo destinato. Sono al momento incentivabili: Chevrolet Volt, Citroen C zero, Citroen DS5 Hibrid4, Fiat Panda (metano), Lancia Ypsilon (metano), Lexus CT 200h, Mitsubishi I-MiEV, Nissan Leaf, Opel Ampera, Peugeot Ion, Renault Fluence, Seat Mii (metano), Skoda Citigo (metano), Toyota Yaris, Toyota Auris, Toyota Prius, Volkswagen Up (metano).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -