Bersani: Grillo decida cosa fare o tutti a casa, lui compreso

bersani

3 mar – La linea del Pd non cambia: maggioranza aperta al 5 Stelle o si torna a votare. Forse già a giugno. Pierluigi Bersani, ospite del salotto di Fazio a “Che tempo che fa”, tira dritto: «Lo dico a Grillo che gioca a fare l’uomo mascherato: io non apro tavolini e non sto qui a scambiare le sedie. Ha un movimento che ha un terzo dei parlamentari, decida che vuole fare altrimenti andiamo tutti a casa, anche lui»

“Mi sembra ad esempio che Grillo non sia d’accordo sul fatto che uno straniero nato e cresciuto qui sia italiano, e che sia stato tiepido sulla lotta all’evasione” ha proseguito il segretario del Pd. “Grillo non dica che non c’e’ piu’ ne’ destra ne’ sinistra, perche’ poi a un certo punto bisogna scegliere in che direzione andare”, ha detto ancora Bersani, sottolineando che un partito “azzoppato nella sua democrazia interna, poi, una volta al governo, azzoppa la democrazia”.

Secondo Bersani, «questa ondata di protesta, di cambiamento, e questa volontà di riforma non corrono solo nel movimento di Grillo, ma è un fatto più generale». Nel movimento 5 Stelle, comunque «c’è un pezzo d’Italia, ci sono proteste generiche, insofferenze, ma c’è anche la volontà di dare un segnale».

Quanto al ruolo di Matteo Renzi, ha chiarito: “Non sottovaluto affatto il contributo di Renzi. Avra’ un ruolo importante e lo decidera’ lui insieme al partito”. Matteo Renzi, ha insistito Bersani, “avra’ certamente un ruolo nel futuro”.

Intervistato da Fabio Fazio a ‘Che tempo che fa’, il leader Pd ha escluso un accordo col Pdl mentre si e’ dimostrato ottimista su possibili “convergenze” riguardo al nome del successore di Giorgio Napolitano al Colle.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -