Uccide figlio neonato e va a prendere un aperitivo con il feto in borsa

infanti1 mar. – E’ un racconto agghiacciante quello che emerge dagli accertamenti della polizia sulla donna romana di 25 anni arrestata per infanticidio e che ha gettato il neonato, partorito in casa, in un secchio per i rifiuti nei viali dell’ospedale San Camillo. La 25enne ha partorito ieri intorno alle 5 del mattino ed ha nascosto il neonato chiudendolo in una busta nell’armadio della propria camera.

Secondo quanto emerso in casa nessuno aveva sospettato di una gravidanza. Alla polizia la 25enne ha detto di avere avuto un rapporto occasionale e di essere rimasta incinta. Gli agenti del commissariato Monteverde hanno inoltre scoperto che nel corso della giornata di ieri la 25enne e’ uscita da casa della sorella, dove aveva partorito, con il neonato chiuso in una busta nella sua borsetta ed ha preso poi un aperitivo insieme ad un’amica.

Solo nella serata di ieri la donna ha deciso di andare all’ospedale San Camillo per un’emorragia e prima di entrare nel reparto di ginecologia ha abbandonato il neonato nel secchio. Gli investigatori hanno ascoltato anche l’amica e quest’ultima ha confermato i sospetti degli agenti. La 25enne ha confidato all’amica di aver partorito in casa ma non ha detto di averlo poi chiuso in una busta. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -