Moody’s boccia il voto in Italia “pericoloso per tutta l’Eurozona”

moodys27 feb. – L’agenzia internazionale Moody’s boccia il voto in Italia: e’ pericoloso per l’Eurozona e l’incertezza politica ha ripercussioni negative sul rating. Gli fa eco, a mercati chiusi, il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble: c’e’ pericolo di contagio, la situazione italiana e’ stata gia’ vista in Grecia e per questo serve subito un governo stabile. Ma la cancelliera tedesca Angela Merkel assicura: collaboreremo con qualunque governo.

Moody’s Investors Service, in una nota sottolinea che sara’ preso in considerazione “un downgrade del rating del debito italiano nel caso di un concreto peggioramento delle prospettive del Paese o di difficolta’ nella realizzazione delle riforme”.

Anche “un peggioramento delle condizioni di finanziamento, come risultato di nuovo, sostanziale shock economico interno e di shock finanziari per la crisi dell’area euro porterebbero a pressioni al ribasso sui rating dell’Italia”.

Moody’s, nel luglio del 2012, ha assegnato all’Italia un rating ‘Baa2’ con outlook negativo. Moody’s teme anche che l’incertezza del dopo voto possa “aumentare il rischio che la fase di riforme avviata dal governo Monti possa sospendersi, se non bloccarsi completamente”.

Un anno di “Governo Monti”: i dati piu’ eclatanti del disastro

Inoltre, secondo Moody’s, l’incertezza in Italia potrebbe contagiare i paesi piu’ deboli dell’Eurozona e cioe’ Spagna e Portogallo, “potenzialmente riaccendendo la crisi del debito dell’Eurozona”.

Secondo Schaeuble “il risultato delle elezioni in Italia ha sollevato dubbi nei mercati sulla possibilita’ di formare un governo stabile e quando questo genere di dubbi sorge, c’e’ un pericolo di contagio”. “Lo abbiamo gia’ visto l’anno scorso quando le elezioni in Grecia hanno portato a una fase di incertezza politica: altri paesi sono stati infettati”, ha aggiunto il ministro delle Finanze tedesco.

Secondo Schaeuble, “tocca ora a chi e’ stato eletto in Italia domenica formare un governo stabile” ha detto aggiungendo che “prima lo faranno, piu’ rapidamente l’incertezza verra’ superata”. “A tale proposito”, ha concluso Schaeuble, “io non ho mai affermato che la crisi dell’euro fosse finita, ho solo detto che abbiamo fatto progressi significativi; dobbiamo continuare su questa strada ma ci sono degli ostacoli”.

Steffen Siebert, portavoce del cancelliere tedesco, Angela Merkel, ha assicurato che Berlino guarda “con grande interesse ai risultati delle elezioni e alla formazione del nuovo governo” in Italia e “collaborera’ in modo stretto e dara’ la sua totale fiducia” a qualsiasi esecutivo che dovesse nascere. Il portavoce ha sottolineato come le elezioni italiane, che si sono svolte “democraticamente”, abbiano portato a una composizione del Parlamento “non facile”, in una chiara allusione alle difficolta’ per formare una coalizione di governo.

Buone notizie infine arrivano dall’asta dei Btp italiani: il ministero dell’Economia ha collocato 4 miliardi di euro di titoli con scadenza primo maggio 2023, al top del target previsto e a un tasso del 4,83%, rispetto al 4,17% di ell’asta di gennaio. La domanda e’ stata 1,6 volte l’offerta. Inoltre ha collocato 2,5 miliardi di euro di Btp quinquennali al 3,59%, in rialzo rispetto al 2,954% di gennaio.
La domanda e’ stata 1,6 volte l’offerta. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -