Papa: il male vuole sempre sporcare cio’ che e’ bello

papa

23 feb. – “Il Maligno vuole sempre sporcare la creazione per contraddire Dio e per rendere irriconoscibile la sua verita’ e la sua bellezza”. Lo ha detto il Papa nella breve riflessione con la quale ha concluso gli Esercizi Spirituali predicati dal cardinale Gianfranco Ravasi.

Per Benedetto XVI, “il ‘molto bello’ del sesto giorno – espresso dal Creatore – e’ permanentemente contraddetto dal male di questo mondo, dalla sofferenza, dalla corruzione”. “In un mondo cosi’ marcato anche dal male, il ‘Logos’, la bellezza eterna e l”ars’ eterna, deve apparire come ‘caput cruentatum’, cioe’ ‘capo insanguinato'”, ha rilevato il Pontefice sottolineando che “il Figlio incarnato, il ‘Logos’ incarnato e’ coronato con una corona di spine e tuttavia e’ proprio cosi’: in questa figura sofferente del Figlio di Dio cominciamo a vedere la bellezza piu’ profonda del nostro Creatore e Redentore possiamo, nel silenzio della ‘notte oscura’, ascoltare la Parola”.

E credere – ha detto il Papa – “non e’ altro che, nell’oscurita’ del mondo, toccare la mano di Dio e cosi’, nel silenzio ascoltare la Parola, vedere l’amore”. Nel suo breve saluto, Benedetto XVI ha quindi ringraziato ancora il cardinale Ravasi, invitando a camminare “ulteriormente in questo misterioso universo della fede, per esser sempre piu’ capaci di pregare, di annunciare, di esser testimoni della verita’, che e’ bella, che e’ amore”. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -