Financial Times: ”Monti non vincerà, ma avrà salvato l’Italia da Berlusconi e Grillo”

finn21 feb.  – Mario Monti è “bloccato”. “Mentre il Monti economista ha ristabilito la fiducia degli investitori nell’Italia, è stato più difficile fare accettare agli elettori il Monti politico”. Tuttavia, anche se è previsto che nel voto il premier non riuscirà ad andare oltre il quarto posto, “la sua partecipazione alle elezioni potrebbe aver salvato l’Europa dal ritorno di Silvio Berlusconi”.

In un commento affidato a David Hine, il ‘Financial Times’ loda la decisione di Mario Monti di “salire” in politica, una decisione “difficile”, ma “coraggiosa”, che lo ha portato a sfidare la “macchina di Berlusconi”. La “discrezione personale” del premier uscente e la sua “precisione analitica non si adattano agli atteggiamenti di una campagna elettorale”.

A quanti criticano Monti per non aver saputo contrastare adeguatamente il rigore imposto all’Europa da Angela Merkel e per avere aggravato la recessione in Italia, stavolta il ‘Financial Times’, attraverso la penna di Hine – e a differenza di quanto scritto nei giorni scorsi da Wolfgang Munchau – sostiene che si tratta di critiche “ingiuste”. Monti ha “sufficiente credibilità nei confronti degli investitori” per fare accettare loro delle “politiche più accomodanti” in grado di ripristinare la crescita.

Dall’assenza di Monti dalla competizione elettorale, secondo il FT, avrebbero tratto vantaggio Berlusconi e “l’imprevedibile movimento di Grillo“. Inoltre, si sarebbe rafforzato l’astensionismo. “Tutte queste cose avrebbero reso la vita più difficile a un governo Bersani”.

Monti e il centrosinistra “non sono alleati naturali”, ma la loro alleanza “potrebbe durare un paio di anni”. Quindi, conclude il ‘Financial Times’, “il nome di Monti sulla scheda elettorale potrebbe avere salvato l’Italia da un’altra vittoria di Berlusconi”.

Un’eventualità che potrebbe “comunque verificarsi”, perché “la corsa è serrata”. Ma ”l’Europa dovrebbe festeggiare il suo 15%, se riuscirà a ottenerlo. Si tratta di una percentuale significativa. Anche il 12% potrebbe bastare. Pensate solo a come sarebbero in fibrillazione gli europei se avesse decido di non partecipare alle elezioni”. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -