Conclave: cardinale Turkson accusato dai gay di omofobia

Turkson

21 feb. – Un’ondata di proteste, soprattutto dalle associazioni gay e dalle vittime degli abusi dei preti pedofili, si e’ abbattuta su Peter Turkson, cardinale ghanese e uno dei favoriti al prossimo Conclave per succedere a Benedetto XVI. In un’intervista alla Cnn, Turkson aveva assimilato i pedofili agli omosessuali, affermando che “il sistema tradizionale africano ha protetto e protegge la popolazione dalla tendenza della pedofilia, perche’ in molte comunita’, in molte culture africane, l’omosessualita’ e qualsiasi relazione fra persone dello stesso sesso, non sono tollerate“.

“Forse sentiamo meno parlare delle violenze in Africa”, ha commentato l’associazione delle vittime dei preti pedofili (Snap), “perche’ non c’e’ un sistema giudiziario forte, un giornalismo indipendente e anche per la grande differenza di potere che c’e’ fra i rappresentanti della Chiesa e i fedeli”.

Dure critiche sono arrivate anche dalle comunita’ gay. In Brasile, alcuni quotidiani e blog hanno ricordato le parole del cardinale ghanese sulla pena di morte contro i gay in Uganda. Centinaia di articoli comparsi negli ultimi giorni definiscono Turkson “il cardinale omofobo” e secondo alcuni siti americani dichiarazioni come queste sono “il motivo per cui Turkson non diventera’ Papa” .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -