Spagna; nuovo crac immobiliare, buco di 3,6 mld di euro

Condividi

 

crac19 FEB – Nuovo crac immobiliare in Spagna. Il gruppo Reyal Urbis ha sollecitato un concorso volontario di creditori (amministrazione ordinaria ndr) la vecchia sospensione di pagamenti, per 3,613 miliardi di euro.

Debito che non e’ riuscito a rifinanziare con le banche. Il fallimento della compagnia, presieduta e controllata da Rafael Santamaria, e’ per volume di passivo il secondo piu’ grande dopo quello di Martinsa Fadesa. Fonti di Reyal hanno comunicato la decisione di ricorrere al concorso volontario di creditori, presa ieri dal consiglio di amministrazione del gruppo, in una comunicazione inviata oggi alla Commissione nazionale mercato valori.

Il titolo e’ stato sospeso dalle quotazioni in borsa di Reyal prima dell’apertura dei mercati. I principali creditori del gruppo immobiliare sono Santander e la controllata Banesto, che controllano un passivo di 530 milioni di euro. Il Sareb, la ‘bad bank’, da parte sua controlla un debito di 707 milioni della compagnia.(ANSAmed).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -