Bulgaria: ancora proteste contro il governo e il caro bollette

bulgaria19 febbr – Nuove proteste in Bulgaria contro le bollette energetiche troppo care. Un malcontento crescente che ha l’appoggio del presidente Rossen Plevneliev e ha portato alle dimissioni del ministro delle finanze, Simeon Diankov.

Sono già diverse, del resto, le teste cadute nel governo conservatore, anche a seguito di scandali per corruzione.

Il premier Bokyo Borissov annuncia il rimpasto per questo mercoledì ma i manifestanti e l’opposizione chiedono le dimissioni di tutto l’esecutivo ed elezioni anticipate.

“Il risultato più significativo della protesta è la scomparsa della paura per lo strapotere dello Stato”, commenta l’analista Haralan Alexandrov, “Ciò rende possibile che altre persone scendano per strada a protestare e, se non sono soddisfatte, e non vi è alcun motivo perché lo siano, il governo non ha molto spazio di manovra per tenere sotto controllo la situazione”.

Il timore è che le manifestazioni, le prime spontanee dalla caduta del comunismo nel paese balcanico, degenerino in violenza, come lasciano presagire gli scontri e gli arresti degli ultimi giorni a Sofia. euronews



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -