Bersani ha iniziato a comprare i parlamentari M5S

grillo

19 febbr – (ilportaborse) Ho fatto un giro tra Camera e Senato e vi racconto una voce che gira. Si parla già di compravendite di Senato. Quello che si sussurra è che Bersani, Vendola e Monti non riuscirebbero a mettere su a palazzo Madama una maggioranza che sia in grado di governare. Ergo, si narra pure che sarebbero intercorsi colloqui con alcuni futuri senatori del Movimento 5 Stelle e che almeno sette di essi sarebbero già pronti ad assicurare i voti necessari al governo Bersani di nascere e cominciare a navigare. Poi si vedrà.

Non so se questo è vero. Ma quel che mi impressione è che questa storiella è quantomeno verosimile. Mi è stata raccontata sia da esponenti di destra che di sinistra. Non se ne fa mistero anche tra i centristi. Il punto è proprio questo: chi può garantire che Beppe Grillo riesca a tenere a bada ai suoi e che non accada invece che il giorno dopo ognuno va per gli affari suoi? Il comico genovese non è riuscito manco a impedire ai suoi di andare in televisione, figuriamoci se in ballo c’è una fiducia a un governo. Non è questione da poco. Sul fatto che il Movimento 5 Stelle faccia il botto tutti sembrano ormai certi e persino rassegnati. Si guarda al dopo. Che faranno? Chi sono?

Anche quando nel 2006 il centrosinistra vinse d’un soffio e si trovò a dover raccattare voti a palazzo Madama tra i senatori a vita e soprattutto quelli eletti all’estero, di cui nessuno sapeva nulla. Non avendo vincolo di partito, i senatori all’estero si misero all’asta per assicurare il loro voto. Emblematico fu il caso del senatore Luigi Pallaro che per appena due anni di legislatura si portò a casa oltre un milione di euro di finanziamento pubblico al suo fantomatico movimento. Figuriamoci i grillini. D’accordo, mi direte: ma i grillini sono altra cosa. E va bene, chi lo afferma che nel momento in cui si entra in un’aula parlamentare tutto è in vendita e tutto si può comprare.



   

 

 

4 Commenti per “Bersani ha iniziato a comprare i parlamentari M5S”

  1. …ma se poi la clausola del “non statuto” non viene seguita? Non credo ci sia un obbligo vero , oltre quello etico!?

  2. Eventualmente se un movimentista và via statene certi che altri quattro sono disponibili a giurare fedeltà al Movimento 5 Stelle

  3. Ma che ti importa se firmano o non firmano ciò che dicono se non è vero nulla di quello che dicono di c.osa ti preoccupi? questa frase che hai scritto suona come una minaccia di querela se si firmassero .ormai queste cose le stanno dicendo su tutte le reti tv che Bersani vuole comprare i parlamentari del vostro movimento.

  4. Oltre alla precisazione, ripetuta fino alla noia ed anche ora, che Grillo abbia vietato SOLO i “talk show”, per precise caratteristiche di questi “spettacoli”, il movimento ha i suoi controlli ed anticorpi che possono permettere di rimanere compatti. Certo che una percentuale di “transfughi” sia fisologica, ma rimarrà entro numeri minimi. Statene certi! Ci vedremo in Parlamento!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -