Incoraggiato dai complimenti di Obama, Monti da’ del cialtrone a Berlusconi

montis15 feb. – “Che le tangenti esistano in molti paesi e’ la realta’ ma che sia inevitabile lo rifiuto. Un Paese deve agire sul piano internazionale, mentre vedo nel dibattito in corso un certo provincialismo: uno che ha governato l’Italia come Berlusconi deve rendersi conto che un paese come l’Italia, che e’ nel G8, ha il dovere di combattere la corruzione anche a livello internazionale”. Lo ha detto il presidente del consiglio e leader di Scelta Civica, Mario Monti, ad Agora’ su Rai Tre.

Il Professore poi abbandona il suo aplomb e va giu’ duro: orgoglioso per i complimenti del presiente Usa? “Sono molto piu’ ferito quando dei cialtroni dicono di aver lasciato l’Italia in buone condizioni nel 2011 e che io l’avrei portata sul baratro, che non inorgoglito quando ricevo i complimenti di Obama”, ha detto Mario Monti in diretta ad Agora’. In diretta su Radiouno arriva la replica di Berlusconi: “Questo e’ Monti, che avevamo tutti sovrastimato, era il deus ex machina di un governo tecnico, e’ sceso in politica smentendo tutte le garanzie date, dovrebbe dimettersi da senatore a vita perche’ io non avrei mai controfirmato la sua nomina a senatore a vita se avessi saputo che scendeva in poltica”.

Ha aggiunto Silvio Berlusconi a Radio Anch’io, replicando alle parole di Monti che lo ha definito “cialtrone”.
Berlusconi fa un parallelo con l’ex premier Romano Prodi: “Di lui si diceva ‘ha una bonomia che viene fuori dai suoi artigli’, ecco per Monti vale ‘ha una cattiveria che viene fuori da ogni sua dichiarazione‘”. “Lui fa queste dichiarazioni, dimostrandosi un’altra persona da quella che credevamo, perche’ e’ disperato: si e’ alleato con Fini e Casini che sono scesi nei sondaggi e quindi e’ molto probabile che il cosiddetto ‘centrino’ non raggiunga il 10%, che e’ il limite necessario per poter avere deputati. Quindi e’ molto probabile che saranno esclusi dal Parlamento e questo porta disperazione e porta a queste dichiarazioni insensate”.
Lo ha detto il leader del Pdl a Radio Anch’io.

L’Italia non e’ mai stata a rischio – ribadisce Berlusconi -. Noi abbiamo abbandonato il governo perche’ a seguito del tradimento di Fini abbiamo perso la maggioranza”. Berlusconi replica anche alle pariole su ‘tangentopoli’: “Escludo nella maniera piu’ categorica che siamo di fronte a una nuova tangentopoli”.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -