La UE paga l’universita’ a 50 rifugiati palestinesi

Condividi

 

L’Unione europea e’ il donatore numero uno dell’UNRWA.

UNRWABRUXELLES, 11 FEB – Sono 50 i ragazzi palestinesi in Libano che quest’anno potranno contare su una borsa di studio Ue per poter andare all’universita’. Si tratta di giovani studenti palestinesi che hanno preso il massimo dei voti alla maturita’ e hanno ricevuto il riconoscimento dal capo delegazione Ue in Libano, Angelina Eichhorst e dal direttore di Unrwa in Libano, Ann Dismorr.

Secondo quanto riferisce il sito web di Enpi (www.enpi-info.eu), il Fondo Ue per le borse di studio dei rifugiati palestinesi in Libano ha consentito a 418 studenti di proseguire la loro istruzione accademica nelle universita’ in Libano dal 2005.

”Le conoscenze che conquisterete durante questi anni all’universita’ – ha detto Eichhorst agli studenti – sara’ molto importante e utile per voi. Ugualmente importante e utili saranno le persone che incontrerete”. ”Spero che diventiate tutti dei modelli per le prossime generazioni” ha aggiunto il capo delegazione Ue. Per gli anni accademici 2012-2013 l’UNRWA ha ricevuto 457 domande di borse di studio dagli studenti palestinesi in Libano.

L’agenzia Onu continua a cercare nuovi fondi per il programma di borse di studio scolastiche, per dare l’opportunita’ a piu’ ragazzi palestinesi di proseguire gli studi. L’aumento delle tasse universitarie rimane una delle principali sfide del programma. L’agenzia sta quindi rafforzando la collaborazione con i suoi partner e stabilisce accordi con le universita’ libanesi per massimizzare la capacita’ di questo programma, sperando che il prossimo anno vengano assegnate piu’ borse di studio. L’Unione europea e’ il donatore numero uno dell’UNRWA. ansamed

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -