Tunisia: siti islamici inneggiano all’uccisione di Belaid

belaid

7 FEB – Su alcuni siti e pagine di Facebook islamici tunisini sono comparse ieri sera delle frasi che inneggiano all’uccisione di Chokri Belaid, l’esponente del Fronte popolare, assassinato poco dopo essere uscito dalla sua abitazione. A denunciarlo è stato uno degli esponenti del Fronte popolare, l’avvocato Abdennaceur Aouini. Nelle pagine, Chokri Belaid viene indicato come il capofila dei “kouffars”, i miscredenti.

Tunisia: ucciso leader dell’opposizione, la famiglia accusa il Governo

Intanto la decisione del primo ministro tunisino, Hamadi Jebali, di sciogliere il governo per vararne un altro fatto di tecnici che prepari le elezioni politiche, ha incassato l’appoggio di Ettakatol, che, insieme ad Ennahda e Congresso per la Repubblica, faceva parte della maggioranza.

L’appoggio è stato ufficializzato dal portavoce di Ettakatol, Mohamed Bennour, secondo cui il partito ritiene opportuna la formazione di un “governo di competenze nazionali indipendenti”, soprattutto per Ministeri delicati, quali quelli degli Interni e della Giustizia, alla cui guida, da tempo, il partito chiedeva la nomina di personaggi estranei alla politica.(ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -