Pietro Ichino accusato di nepotismo da una giovane precaria

ichino

7 feb. – Duro attacco di Chiara Di Domenico, giovane precaria, durante l’iniziativa Pd ‘Parole per un’Italia giusta’. Chiamata a esporre una relazione sulla parola ‘Lavoro’, Di Domenico si e’ scagliata contro il nepotismo e non ha esitato a fare i nomi: “Sono stanca di vedere assunti i figli di, le mogli di, i mariti di, i fratelli di. E non ho paura a fare nomi: Pietro Ichino, ora passato con Monti, ha una figlia, Giulia, che a 23 e’ gia’ assunta come editor in Mondadori”.

“Stiamo con gli occhi aperti, chi vi vota e’ il vostro datore di lavoro, vostra figlia e vostra madre”, ha proseguito la giovane precaria che ha invitato la sinistra a rispettare per prima le regole, evitando di avere troppi precari nelle sue aziende. Di Domenico, durante il suo intervento, spesso interrotto da applausi, ha affermato che “la verita’ e’ scandalosa, ma io voglio essere scandalosa perche’ lo status quo e’ osceno. Ho letto due pagine di ‘Repubblica’ dedicate ai giovani che non sarebbero solo ‘choosy’ ma anche senza voce, senza voglia di parlare: voglio invitare il caporedattore economico di quel giornale a casa mia a una cena con i miei amici precari e vedra’ che voce ne abbiamo”.

Al termine del suo intervento, mentre ancora scorrevano le note dello stacco con l’intervento successivo, Pier Luigi Bersani, seduto in platea in prima fila, si e’ alzato e ha abbracciato Chiara Di Domenico. agi



   

 

 

1 Commento per “Pietro Ichino accusato di nepotismo da una giovane precaria”

  1. MARIANO ORLANDO

    CONOSCO UN SENATORE CH’E’ STATO COSI’ ONESTO CHE NON HA IUTATO NESSUNO DEI SUOI FIGLI. FORSE E’ UN FESSO?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -