Con le nuove norme UE perdite economiche per i pescatori

pesci7 FEB – ”Eliminare tutti i rigetti comportera’ una perdita di tempo per i pescherecci che dovranno scaricare il pesce giornalmente, oltre ad una notevole perdita economica”. E’ la denuncia di Marco Scurria, eurodeputato di Fdi, dopo che il voto di oggi a Strasburgo sul nuovo pacchetto sulla politica Comune della Pesca ha introdotto ”l’eliminazione totale del rigetto entro il 2016, cioe’ l’obbligo per i pescatori di sbarcare tutte le specie sottotaglio che non possono essere vendute per il consumo umano”.

Pesca, nuove norme UE: vietato rigetto del pescato in mare

Di conseguenza, ha sottolineato l’eurodeputato, ”come Gruppo Ppe riteniamo che la pratica di rigetto debba essere applicata gradualmente e non per tutte le specie, ed e’ per questo che abbiamo espresso voto contrario al nuovo regolamento”. Il ”principio della riforma della politica comune della pesca, cioe’ la salvaguardia della risorsa, e’ condivisibile ma crediamo che non sia questa la strada giusta per la tutela dei pescatori”, ha concluso l’eurodeputato Fdi. (ANSA).

Crisi: in crollo anche il mercato dei prodotti ittici

Pesca, UE: definire specie per specie la quantità autorizzata in ogni paese

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -