Tunisia: ucciso leader dell’opposizione, la famiglia accusa il Governo

Belaid 6 feb – 6 feb – Il leader dell’opposizione tunisina Chokri Belaid, coordinatore del partito progressista Patrioti Democratici Uniti, e’ stato assassinato questa mattina con due colpi di pistola, poco dopo aver lasciato la sua abitazione per recarsi a lavoro. Lo ha reso noto la sua famiglia, accusando Rached Ghannouchi, il capo del partito di governo ‘Ennahda’, di essere il mandante dell’esecuzione.

”Mio fratello e’ stato assassinato: sono disperato e addolorato. E della sua morte accuso Rached Ghannouchi, e’ lui l’assassino”, ha affermato il fratello della vittima, Abdelmajid Belaid.

Un ”atto di terrorismo” contro la Tunisia: cosi’ dice invece il primo ministro Hamadi Jebali ha definito oggi l’omicidio del leader dell’opposizione Chokri Belaid, coordinatore del partito progressista Patrioti Democratici Uniti.

”Si tratta di un atto criminale, un atto di terrorismo non solo contro Belaid, ma contro tutta la Tunisia”, ha dichiarato ai microfoni di Radio Mosaique Jebali, esponente del partito islamico al governo ‘Ennahda’.

In mattinata il fratello della vittima aveva accusato uno dei capi dello stesso movimento all’esecutivo, Rached Ghannouchi, di essere il mandante dell’esecuzione.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -