Il mercato di Dubai a imprese siciliane: prodotti halal e senza alcool

dubai6 FEB – ”In generale il mercato di Dubai e’ aperto in ogni settore alle aziende siciliane che vogliono esportare anche se in questo momento ben preciso le attenzioni sono focalizzate soprattutto sulle energie rinnovabili e le nuove tecnologie.Inoltre l’emirato e’ una porta di ingresso per i tutti Paesi del Golfo e il sub continente indiano”.

A parlare e’ Khalid Essa Mubarak Al Mansoori alla guida della divisione sviluppo e mercato delle esportazioni di Dubai, intervenuto alla missione Emirati-Oman in corso in questi giorni a Palermo, nell’ambito del progetto ”Paesi del Golfo” voluto dall’Assessorato regionale delle Attivita’ Produttive – Servizio Internazionalizzazione (PO FESR 2007/2013 – Obiettivo Operativo 5.2.1.A).

”Una parte della delegazione – prosegue Al Mansoori – e’ anche impegnata nella visita di aziende siciliane dei settori agroalimentare e turismo. Al di la’ degli stereotipi come pasta e pizza ci sono una infinita’ di prodotti siciliani che sono interessanti da acquistare. Inoltre, siamo alla ricerca di luoghi freschi, in particolare, da luglio a settembre, quando le temperatura nei Paesi del Golfo sfiorano i 50 gradi. Palermo sembra avere delle potenzialita’ per attirare turisti dall’area del Golfo ma e’ importante che le strutture tengano in considerazione le nostre esigenze sui cibi halal (cioe’ consentiti dall’islam) e niente alcol’‘.

”In questi giorni – conclude Antonio Mercadante che accompagna gli operatori arabi del settore agroalimentare – un interesse e’ stato mostrato per le aziende che producono condimenti per pasta, caponata di melanzane perche’ a base di verdure e per l’olio. La delegazione ha assistito al processo delle tecniche di estrazione dell’olio d’oliva e ne ha tratto le differenze con le tecniche spagnole”. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -