Turchia: attentato ambasciata Usa, kamikaze ha usato 6kg Tnt e bomba a mano

Condividi

 

ankara2 febbr – Il kamikaze che si e’ fatto esplodere ieri all’ingresso secondario dell’ambasciata americana ad Ankara ha usato sei chilogrammi di Tnt e una bomba a mano. Lo precisa un comunicato diffuso dall’ufficio del governatore di Ankara, il quale conferma che l’attentatore era Ecevit Sanli, membro del Partito/Fronte rivoluzionario popolare di liberazione (Dhkp/C), che ha provocato la sua stessa morte e quella di un agente della sicurezza dell’ambasciata. Sanli, ricorda la nota, era stato arrestato nel 1997 proprio per la sua militanza nel Dhkp/C, gruppo fuorilegge di estrema sinistra.

Il Partito/Fronte rivoluzionario popolare di liberazione (Dhkp/C), gruppo turco di estrema sinistra, ha rivendicato con un comunicato pubblicato sul Web l’attentato di ieri contro la sede dell’ambasciata americana ad Ankara, che ha fatto due vittime tra le quali l’attentatore. Il gruppo era stato indicato fin da subito dalle autorita’ turche come responsabile dell’esplosione. AKI

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -