Anche il Wall Street Journal attaccato da hackers cinesi

wsj2 febbr – Non solo il New York Times ma anche il Wall Street Journal e’ stato attaccato degli hacker al soldo del governo cinese. Lo denuncia lo stesso quotidiano di Rupert Murdoch, secondo il quale le spie-digitali di Pechino si sono infiltrate nel sistema redazionale per verificare come la Bibbia di Wall Street, e quotidiano piu’ venduto negli Usa con oltre 2 milioni di copie, segua le notizie dal ‘celeste impero’.

New York Times: per 4 mesi attaccati da hackers cinesi. Pechino smentisce

Il Nyt ha rivelato che da almeno le prime infiltrazioni risalgono allo scorso ottobre, quando il corrispondente da Shanghai David Barboza pubblico’ un’inchiesta scoop – subito censurata in Cina – sulla fortuna pari a 2,7 miliardi di dollari che avrebbe accumulato il premier cinese, Wen Jiabao, e la sua famiglia . agi

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -