Egitto, strage allo stadio: 21 condanne a morte. Parenti delle vittime ‘Allah Akbar’

PortSaid26 GEN – La corte d’assise di Port Said ha chiesto la condanna a morte per 21 dei 73 imputati nel processo per il massacro allo stadio di Port Said durante la partita tra Al Ahly e El Masri. Il Gran Mufti, massima autorità religiosa, deve per legge confermare le pene capitali. Scene di esultanza dentro e fuori l’aula dei supporter del Ahly e dei famigliari delle vittime. Parenti dei condannati hanno assaltato il carcere di Port Said.

Alla lettura ella sentenza, nell’aula di tribunale i familiari delle vittime hanno alzato le mani al cielo e gridato ‘Allah Akbar‘, ossia Dio è grande, in arabo. In una dichiarazione alla televisione di Stato, il giudice ha fatto sapere che annuncerà i verdetti degli altri 52 imputati il 9 marzo.

Dopo la lettura, i parenti dei condannati hanno tentato di assaltare la prigione in cui sono rinchiusi gli imputati.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -