Cameron: Gb non entrerà in unione politica Ue, no all’euro

cameron25 genn – Spingere i paesi europei  a far parte di un’unione politica centralizzata sarebbe un grosso errore e la Gran Bretagna non vi parteciperebbe mai. Lo ha sostenuto il premier David Cameron intervenendo al Forum di Davos. “I paesi in Europa hanno la loro storia, le loro tradizioni, le loro istituzioni, la loro capacità di prendere decisioni e cercare di spingerli dentro un‘unione politica centralizzata sarebbe un grosso errore, e la Gran Bretagna non ne farebbe mai parte”, ha spiegato il primo ministro britannico.

“Il nostro approccio non significa voler voltare le spalle all’Europa”. Lo ha detto il premier britannico David Cameron parlando al World Economic Forum di Davos. “Il nostro approccio è rendere l’Unione europea più competitiva, aperta, flessibile. E garantire un posto al Regno Unito all’interno di essa”. Cameron ha inoltre ribadito di “non avere alcuna intenzione di entrare nell’euro” e ha spiegato di “voler negoziare un nuovo accordo” con l’Unione europea che “funzioni per il Regno Unito” e che sia accettato dai britannici. “Questo non è solo un bene per la Gran Bretagna, é anche necessario per l’Europa”, ha aggiunto.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -