Spagna: crolla il mercato del cemento, -34%

Condividi

 

cemento20 genn – Uno degli indicatori della crisi e’ senz’altro il settore delle costruzioni e la situazione spagnola e’ ben definita: nel 2012 il mercato del cemento e’ crollato del 34 per cento, con una vendita di appena 13 tonnellate e mezzo. Il dato e’ il piu’ basso degli ultimi 76 anni, come ha rilevato il patronato Oficem.

La caduta brusca si deve soprattutto alla mancanza di opere pubbliche, pressoche’ bloccate a causa della crisi. Ma anche al fermo del mercato immobiliare classico, dato che sono ancora invendute decine di migliaia di appartamenti, costruiti prima della crisi e ancora disabitati. Un fenomeno destinato a durare ancora data l’impossibilita’ per migliaia di spagnoli di poter far fronte addirittura al pagamento dei muiti gia’ contratti.

Per il futuro non si prevedono cambiamenti, anzi: in questa situazione di recessione le stime del patronato parlano di un ulteriore discesa del 20 per cento. (ANSAmed).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -