Fmi: la Grecia ha recuperato competitività tagliando stipendi e posti di lavoro

gre-fame

18 gen – La Grecia ha compiuto notevoli progressi per rispettare il piano di salvataggio ma il governo di Atene e i partner dell’area euro devono realizzare ulteriori passi in avanti per assicurare la sostenibilita’ del debito pubblico greco.

Monti: la Grecia mostri sacrifici umani e sociali della popolazione

E’ quanto indica il Fmi sottolineando che la Grecia ha recuperato circa la meta’ della perdita di competitivita’ attraverso gli interventi sulle retribuzioni e il taglio di posti di lavoro.

Il Fmi tuttavia sottolinea che il debito pubblico della Grecia non e’ ancora sostenibile e da qui al 2016 c’e’ un gap di 9,5 miliardi per il suo finanziamento che rendera’ necessario un ulteriore intervento da parte dei paesi euro.

”l programma sta andando avanti rispettando i target – afferma Poul Thomsen, capo della missione del Fmi in Grecia nel corso di una conference call – ma servono ulteriori misure per rispettare l’obiettivo di un rapporto debito/pil al 124% nel 2020 e al 110% nel 2022”.

Inoltre la Grecia deve accelerare sul terreno delle riforme e in particolare sul programma di dismissioni, aumentando al tempo stesso il programma di riscossione delle tasse e realizzando ulteriori tagli in un settore pubblico ridondante.

Genocidio finanziario: Povertà, fame e morte. Stanno strangolando il popolo greco

Grecia, famiglie in miseria affidano i figli agli orfanotrofi

Il 25% dei Greci vive al di sotto della soglia di povertà

Nigel Farage: schiavi del debito, integrazione europea ”e’ causa di disoccupazione e povertà”

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -