Deutsche Bank ha aiutato Monte dei Paschi a nascondere le perdite

Condividi

 

DeutscheBank18 genn – Lo scandalo porta la doppia firma della banca senese MPS e del colosso tedesco Deutsche Bank e rivela i segreti della sporca finanza. A fare la rivelazione è il sito Bloomberg, attraverso una ricerca che ha avuto per oggetto più di 70 pagine di documenti.

Progetto Santorini: questo il nome dell’accordo tra i due istituti finanziari, stilato durante l’apice della crisi finanziaria, prima dunque dei miliardi di euro che lo stato italiano ha erogato alla banca con i soldi dei contribuenti, per salvarla dal crack.

Di fatto, secondo le indiscrezioni di Bloomberg, la banca numero uno in Germania avrebbe erogato a Monte dei Paschi di Siena un prestito del valore di 1,5 miliardi di euro circa, nel dicembre del 2008; l’accordo ha permesso a MPS di mitigare una perdita di 367 milioni derivante da un vecchio contratto sui derivati stipulato con Deutsche Bank.

I termini dell’intesa hanno portato MPS a fare scommesse in perdita sul valore dei bond governativi, stando a quanto reso noto da sei specialist sui derivati che hanno esaminato i documenti.

Una portavoce della banca senese ha risposto con un “no comment” alla domanda relativa al prestito ricevuto da Deutsche Bank. Kathryn Hanes, portavoce della banca tedesca a Londra, ha invece scritto in una email che “la transazione è stata soggetta ai nostri rigorosi processi di approvazione interni e ha anche ricevuto l’approvazione del cliente oggetto di consulenza in modo indipendente”.

Monte dei Paschi non ha mai comunicato gli effetti della transazione avvenuta nel 2008 nei suoi bilanci annuali.

Fonte wallstreetitalia

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -