Lavoro, Tremonti: per prima cosa farei abrogare quella ‘bestiata’ di riforma Fornero

Condividi

 

fornero17 gen – ”La prima cosa che farei e’ abrogare di colpo quella bestiata che e’ la legge Fornero, che e’ scritta contro i giovani. Con la prospettiva del posto fisso non gli da’ nemmeno il posto a termine, almeno quello, piuttosto che stare disperati a casa”. Lo afferma Giulio Tremonti, leader della lista ‘Lavoro e liberta”, intervenuto stamattina ai microfoni di RTL 102.5 ospite del programma di ”Non Stop News”.

”Secondo, noi abbiamo troppe regole, il signor Monti ha detto: liberalizzo, non ho visto un taxi in piu’; semplifico, le nuove norme di Monti su fotocopie della Gazzetta Ufficiale occupano quaranta campi da calcio, alla faccia della semplificazione. Devi cambiare la costituzione e ammettere che per un certo periodo di tempo tutto e’ libero tranne cio’ che e’ vietato. Almeno per i giovani, vuoi aprire un’impresa, fallo, almeno per loro togliamo la burocrazia. Io ho proposto – continua Tremonti – la Banca del Mezzogiorno, l’idea era di dare ai giovani i soldi per aprire un piccolo esercizio, un piccolo credito, che e’ la cosa fondamentale, ma ha sempre avuto contro tutti i poteri forti, anche i meridionalisti.

Ora c’e’ un esperimento negli sportelli postali, credo 250, non ho mai visto nessuno che ne parlasse a favore. Per la verita’ nel Governo Monti nessuno parla piu’ di Mezzogiorno, devo farlo io? Quando io ho detto che i governatori del sud erano dei cialtroni perche’ non spendevano i soldi non era contro il sud, il vero spreco non e’ che i soldi vengono spesi, c’e’ una quantita’ enormi di fondi da spendere ,sono fondi nostri che vanno a Bruxelles che ne pela un pezzo, dovrebbero andare al sud , questi cialtroni non li hanno spesi, poi vanno alla Bulgaria, alla Spagna, noi stiamo finanziando gli altri paesi. Il vero spreco non e’ spenderli, e’ non spenderli, i peggiori nemici del sud sono i cialtroni che non spendono”. asca

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -