La Troika torna ad Atene

Condividi

 

troika

16 GEN – Per la Grecia inizia oggi una nuova serie di controlli da parte dei partner internazionali, per decidere sulla concessione o meno delle rimanenti tranche di aiuto finanziario al Paese.

Dopo la riunione odierna del Consiglio Direttivo del Fondo Monetario Internazionale (Fmi), che dovra’ dare il via libera al versamento di 3,3 miliardi di euro, somma che corrisponde alla sua quota di partecipazione al secondo piano salva-Grecia, e la prossima riunione dell’ Eurogruppo in calendario per il 21 gennaio, che decidera’ sulla concessione della prima tranche per il 2013, da 9,2 miliardi di euro, nel mese di febbraio saranno di nuovo ad Atene i funzionari della troika (Fmi, Ue e Bce) per controllare lo stato dell’ attuazione delle misure considerate indispensabili per continuare gli aiuti.

Nel frattempo si e’ in attesa del rapporto del Fmi sulla sostenibilita’ del debito greco (Dsa). Intanto sono arrivati ad Atene i funzionari delle società internazionali di audit che avranno il compito di controllare le grandi banche greche in vista dell’ operazione di ricapitalizzazione.

Si tratta, secondo l’ agenzia di stampa Ape-Mpe, della Grant Thornton, che controllera’ la Ethniki Trapeza e la Eurobank, della Mazars che controllera’ l’Alpha Bank e della KPMG, che controllera’ la Banca del Pireo.

I ”commissari” come vengono chiamati i funzionari, avranno fra l’altro la facolta’ di passare al setaccio ogni decisione che riguarda i mutui, gli investimenti o la concessione di crediti, cosi come gli stipendi dei dirigenti e dei funzionari delle banche in questione. (ANSAmed)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -