Procuratore capo di Milano: i pm chiedano meno carcerazioni

Condividi

 

bruti

15 gen – I pm della Procura di Milano devono tenere in considerazione la sentenza di condanna emessa dalla Corte europea dei diritti dell’uomo nei confronti dell’Italia per i casi di sovraffollamento carcerario. In poche parole, devono limitare le richieste di carcerazione.

Il monito arriva dal Procuratore capo di Milano, Edmondo Bruti Liberati, che oggi ha preso carta e penna e ha messo nero su bianco i principi stabiliti dalla giurisprudenza della Corte europea. In particolare, evidenzia Bruti Liberati nella circolare diramata a tutti i magistrati inquirenti del distretto giudiziario milanese, le autorita’ europee ”invitano gli Stati a sollecitare procuratori e giudici a ricorrere nella misura piu’ larga possibile alle misure alternative alla detenzione ed a riorientare la loro politica penale verso un minor ricorso alla carcerazione”. asca

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -