“Lunga marcia” a Islamabad guidata da canadese-pakistano

0a

15 gen. – E’ alta tensione a Islamabad dove la ‘lunga marcia’ guidata da un leader religioso sufi, al termine di quasi due giorni di cammino, e’ arrivata nella capitale: la folla di manifestanti, che chiede una ‘rivoluzione pacifica’ e la dissoluzione del Parlamento, si e’ scontrata con le forze di sicurezza: la polizia ha sparato colpi d’arma da fuoco in aria e lanciato gas lacrimogeni.

I manifestanti sono seguaci del canadese-pakistano Tahir ul-Qadri, il quale (vissuto per anni a Toronto e tornato a dicembre in patria) accusa il governo di corruzione e incompetenza, e chiede una ‘rigenerazione democratica’ del Paese, una serie di riforme che dovrebbero essere varate da un governo transitorio prima delle elezioni: finora la marcia si era svolta pacificamente ma stamane la situazione e’ diventata piu’ incandescente. agi

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -