Al Jazeera: Assad vive su una nave russa con la famiglia

assad15 genn – Il rais ha paura, non si fida di nessuno, nemmeno degli uomini della guardia repubblicana che dovrebbero difenderlo da eventuali attentati. Ecco che Bashar al Assad ha deciso di scappare da Damasco: ha radunato la famiglia e gli stretti collaboratori per andare a vivere a bordo di una nave da guerra russa nel Mediterraneo, a largo delle coste del paese.

Secondo fonti di intelligence citate dal giornale saudita Al Watan e confermate dal Al Jazeera, Assad ha lasciato il palazzo presidenziale che domina la capitale e si è trasferito su una nuova dimora galleggiante.

Il rais utilizza un elicottero per spostarsi a Damasco solo quando deve presentarsi al Palazzo del Popolo per appuntamenti improrogabili. La nuova casa è stata scelta dal presidente per due semplici motivi. Primo: il rais non si fida più di nessuno dopo che anche il cordone di sicurezza attorno a lui si è dimostrato debole alla penetrazione di esterni antagonisti del regime (come ha dimostrato l’attentato nel cuore di Damasco dell’estate scorsa). Secondo: vivere lontano dalla capitale renderebbe più facile una sua eventuale uscita di scena nel caso in cui i ribelli riuscissero a prevalere anche a Damasco.

In tutto questa vicenda il peso di Mosca è fondamentale. Sembra che la Russia, dopo la gentile ospitalità, stia per concedere l’asilo politico ad Assad ma solo come ultimo estremo gesto. Mosca non vuole l’uscita di scena del prezioso alleato in Medio Oriente e ancora ieri ha auspicato per bocca del ministro degli esteri Sergei Lavrov, un invito al dialogo tra governo e ribelli. tgcom



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -