Usa, Salute: in arrivo il ‘chiosco’ con medico virtuale al supermercato

chioscomedico12 genn – Un ‘chiosco’ dove il paziente può entrare e farsi visitare da un medico vero e proprio, anche se il ‘camice bianco’ si trova a chilometri di distanza. Il tutto al supermercato, in farmacia, ma anche in ufficio, nelle scuole o nei Paesi in via di sviluppo, dove l’assistenza sanitaria ancora oggi scarseggia. E’ una delle nuove soluzioni di telemedicina presentate all’International Ces 2013 di Las Vegas.

Grazie ai sistemi di videoconferenza ad alta definizione e a dispositivi medici digitali interattivi, il paziente entra nella stazione di telemedicina e può interagire col medico fin da subito, discutendo i suoi sintomi. Le dimensioni della stazione HealthSpot è di 8 metri per 5. Il chiosco è arredato con una poltrona girevole, un desktop con un touch screen, un impianto audio e due schermi video ad alta definizione. Ma non è tutto. Con la semplice pressione di un pulsante, il medico collegato può sbloccare gli armadietti ad alta tecnologia che contengono i dispositivi medici che trasmettono informazioni audio e video sulle condizioni del paziente.

Un bracciale estraibile cattura la pressione sanguigna, un termometro misura la febbre e uno speciale strumento è persino in grado di offrire un ingrandimento di eventuali eruzioni cutanee e malattie della pelle, così come della gola o degli occhi. Se si ha mal d’orecchio, il medico può estrarre da remoto l’otoscopio e guardare con immagini ad alta risoluzione la parte interna della parte che duole. Uno stetoscopio trasmette infine i parametri del cuore. Risultato: il medico emette la sua diagnosi, fa la sua prescrizione e la stazione intelligente indica anche al paziente la farmacia più vicina dove approvvigionarsi i farmaci.

“HealthSpot – sostiene il Ceo e fondatore Steve Cashman – ha dato vita a una soluzione che unisce la tecnologia con la razionalizzazione dei costi nella cura del paziente. La tecnologia si unisce alla medicina moderna per diagnosticare e curare i pazienti in modo che le cure siano accessibili, convenienti ed efficaci. Con il suo arrivo, nel 2013, i pazienti saranno facilmente in grado di individuare la stazione HealthSpot più vicina per una diagnosi e una cura rapide, prima che la loro malattia si aggravi”.

E’ già al via un progetto pilota in Ohio (Usa), ma l’azienda ha annunciato che il chiosco sarà disponibile in altre località selezionate, per ora sempre negli Usa, entro marzo.adnk

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -