Carceri, Sappe: ad Avellino protesta dei detenuti al 41bis

carc0112 genn – ”L’Amministrazione Penitenziaria autorizza una delegazione sindacale a scattare foto” nel carcere di Avellino ”e scoppia la rivolta dei detenuti al 41bis’‘.

E’ quanto denuncia il Sappe, Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria, parlando di ”decisione scellerata del Dap”. Una delegazione sindacale, viene spiegato, ”questa mattina si e’ recata in visita al penitenziario avellinese a scattare foto alla celle ed alle sezioni detentive: ma alcuni ristretti sottoposti al regime del 41 bis dell’ordinamento penitenziario hanno vivacemente protestato, determinando caos e tensione nella sezione detentiva, perche’ non volevano essere fotografati.

I detenuti hanno vibratamente e rumorosamente protestato dando vita alla ‘battitura”’. A giudizio di Donato Capece, segretario generale del Sappe, ”il carcere deve essere una casa di vetro, ma se non si rispetta il diritto alla privacy delle persone detenute e’ ovvio che queste si lamentano determinando tensione che solamente i poliziotti penitenziari devono poi fronteggiare. La delegazione sindacale che ha effettuato la visita era composta da Eugenio Sarno e Massimo Spiezia, rispettivamente Segretario Generale e componente della Direzione Nazionale della Uil Penitenziari. In una nota, la Uil Penitenziari parla di ”una nuova e grande conquista sindacale” commentando la visita.

La decisione, si legge in una nota della Uil, ”rappresenta indubbiamente un passo importante e decisivo verso la trasparenza ed uno strumento atto ad alimentare la coscienza sociale sulle nostre condizioni di lavoro e sulle condizioni della detenzione”. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -