‘Ndrangheta, cassazione: annullate 110 condanne per vizio di forma

Condividi

 

10 GEN- La Cassazione ha annullato per un vizio di forma il deposito delle motivazioni della sentenza del processo milanese ‘Infinito’ sulle infiltrazioni delle cosche della ‘ndrangheta in Lombardia, conclusosi con 110 condanne.

Ora sara’ la Corte d’appello valutare gli effetti sul processo di secondo grado.Tra le ipotesi c’é la possibilità che i giudici possano annullare la sentenza di primo grado. I difensori degli imputati sono pronti a chiedere la scarcerazione dei loro assistiti. ansa

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -