Ministero istruzione: “favorire a scuola approfondimento della cultura islamica”

Promuovere “l’interculturalità, l’educazione interreligiosa, l’integrazione degli alunni musulmani”, ma anche “favorire nelle scuole un sempre maggiore approfondimento della cultura islamica, prevenendo il diffondersi dell’antisemitismo, dell’islamofobia e del radicalismo”.

Queste alcune delle finalità del protocollo d’intesa firmato ieri  nella sede del ministero dell’Istruzione fra la Coreis, presente con il presidente e fondatore Shaykh ‘Abd al-Wahid Pallavicini, il vice presidente Yahya Pallavicini e il direttore generale ‘Abd as-Sabur Turrini – e il Ministero dell’Istruzione, rappresentato dalla direttrice del dipartimento per l’Istruzione Lucrezia Stellacci.

Ministro residenti estero: 600mila marocchini emigrati in Italia, si insegni arabo a scuola

L’incontro si è svolto alla presenza dello stesso ministro Francesco Profumo, al quale – sottolinea una nota Coreis – “va riconosciuta una particolare sensibilità per le tematiche interculturali e interreligiose”.

L’Intesa ha ricevuto anche il patrocinio dell’Isesco (Islamic Educational, Scientific and Cultural Organization), la più prestigiosa organizzazione per la cultura e l’educazione nel mondo islamico, emanazione dell’Oci (Organizzazione della Conferenza Islamica) che raccoglie 52 Paesi musulmani.

http://www.tuttoscuola.com/cgi-local/disp.cgi?ID=29900

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -